Novilunio Posts

“Demenza” è un termine generico con cui si indica una serie di sintomi causati da disturbi neurocognitivi che hanno origine nel nostro cervello. I sintomi di una demenza possono includere un deterioramento della memoria o di altre funzioni cognitive (es. programmare o risolvere problemi, comunicare, orientarsi, reagire agli stimoli esterni, ecc.) in maniera tale da compromettere le capacità di svolgere le attività della vita quotidiana. I sintomi possono anche includere alterazione del modo in cui una persona si comporta o esprime le proprie emozioni. A volte i disturbi neurocognitivi associati alla demenza possono derivare da cause reversibili, e quindi parzialmente o totalmente curabili, come ad nel caso di depressione, delirium, disfunzioni della tiroide, consumo eccessivo di alcolici o alcune insufficienze vitaminiche. Altre cause reversibili di demenza possono includere: Dipendenza cronica o a lungo termine da sostanze (droghe, alcol, alcuni farmaci, ecc.) Tumori che possono essere rimossi Ematomi subdurali (accumulazione di…

Da diversi anni il mercato hi-tech offre un ampio assortimento di tecnologie che aiutano le persone con demenza a rimanere indipendenti più a lungo, a prevenire incidenti domestici e a facilitare l’impegno di cura dei loro caregiver. Conosciute anche con il termine “tecnologie assistive”, questo tipo di dispositivi sono in realtà un insieme eterogeneo di prodotti, sistemi e soluzioni che permettono di portare a termine azioni e compiti che non saremmo in grado di svolgere da soli o che consentono un maggiore livello di sicurezza e confort. Per quanto sempre più specializzate ed efficaci, non tutte le soluzioni fanno per tutti: ogni persona è diversa e ha bisogno di soluzioni tecnologiche diverse. Quello che può essere utile per una persona in un particolare stadio della malattia potrebbe non essere appropriato per qualcun altro. [Cliccare sul simbolo “+” per aprire le finestre di descrizione] A titolo esemplificativo, offriamo una breve rassegna…

casa

Un declino cognitivo o una demenza può non solo cambiare radicalmente il modo cui si vive l’ambiente che ci circonda ma può anche compromettere la capacità di svolgere le azioni più semplici della nostra vita quotidiana:

  • facendoci perdere l’orientamento anche nei luoghi più familiari.
  • facendoci dimenticare la data corrente, la funzione di oggetti comuni, l’identità di persone conosciute o le azioni necessarie per prepararci un risotto, vestirci, lavarci o farci la barba.
  • rendendo alcuni oggetti invisibili alla nostra vista.
  • facendoci scambiare un’ombra per un intruso o un pavimento appena lavato per una superficie ghiacciata.
  • facendoci dimenticare di avere aperto il rubinetto o acceso il fornello per farci il caffè.

Quando si convive con questo tipo di problemi, adattare l’ambiente consente di rimanere più indipendenti senza mettere a repentaglio la propria sicurezza e quella dei familiari che vivono insieme a noi.

Ci voleva proprio la luna nuova per dare vita alla prima associazione di volontariato italiana promossa da professionisti che si occupano di assistere le persone colpite da una demenza o dalla malattia di Alzheimer. Armati di tanta buona volontà e impegno, il gruppo interprofessionale Novilunio si pone come primo obiettivo quello di far conoscere l’importanza degli adattamenti ambientali e delle tecnologie assistive nella vita quotidiana di chi soffre di disturbi della memoria o di altri deficit cognitivi. Sono infatti sempre più frequenti gli studi scientifici che dimostrano quanto un ambiente quotidiano ‘facilitante’ e una vita il più possibile attiva e autonoma, facilitata anche all’aiuto della tecnologia, svolgano un ruolo fondamentale nella prevenzione non solo di incidenti domestici, ma anche l’insorgenza di scompensi fisici, mentali ed emotivi da parte sia di chi è malato che di chi lo assiste ogni giorno. In molti casi, una vita più soddisfacente e sicura per…