Il paradosso di Lidia e Fernando: una testimonianza di vita e demenza frontotemporale

Ha ragione Lidia, l’autrice di questa testimonianza, quando dice che è paradossale sentirsi accusati di esagerare o di vedere problemi che non esistono quando si convive con qualcuno che ha una demenza frontotemporale. Oltre al danno è la beffa per eccellenza. La mia impressione è che sono ancora troppo pochi i medici che conoscono questa…Continue reading Il paradosso di Lidia e Fernando: una testimonianza di vita e demenza frontotemporale

Diagnosi e demenza a esordio precoce: la testimonianza di Cristina

Chi non conosce l’universo delle demenze di solito non sa che il primo grande ostacolo da affrontare è ottenere una diagnosi definitiva della malattia. E’ un ostacolo che spesso si trasforma in una vera e propria via crucis quando la demenza è precoce e colpisce persone che hanno un’età ben al di sotto dei “tradizionali”…Continue reading Diagnosi e demenza a esordio precoce: la testimonianza di Cristina

Riflessioni e progetti di fine anno: dall’auto mutuo aiuto al salotto di novilunio

Che dire di questo 2017 che si sta per concludere? Personalmente ne sono soddisfatta, forse addirittura sorpresa, per i tanti bei traguardi che abbiamo già raggiunto da quando abbiamo inaugurato il primo gruppo di auto mutuo aiuto online lo scorso febbraio. Questo nostro aprirci al mondo attraverso la solidarietà a distanza ci ha aiutato a…Continue reading Riflessioni e progetti di fine anno: dall’auto mutuo aiuto al salotto di novilunio

Kathy Ryan, diagnosticata di Alzheimer all’età di 52 anni: “Sono ancora me stessa e scelgo di vivere”

Oggi ho il piacere di condividere un video splendido pubblicato su Alz Talks dedicato alle testimonianze di persone con Alzheimer e altre forme di demenza, familiari e caregiver che fanno parte del circuito dell’associazione irlandese Alzheimer Society of Ireland. A questo proposito ne approfitto per ringraziare Tina Leonard, Head of Advocacy and Public Affairs at…Continue reading Kathy Ryan, diagnosticata di Alzheimer all’età di 52 anni: “Sono ancora me stessa e scelgo di vivere”