Christine Bryden - vive con una diagnosi di demenza a esordio precoce

La demenza ad esordio precoce

La demenza è considerata a “esordio precoce” quando colpisce persone che hanno meno di 65 anni. La demenza è causata da una degenerazione dei tessuti cerebrali che può compromettere la capacità di pensare, comunicare, svolgere compiti quotidiani e ricordare. Anche la personalità, il comportamento e l’umore possono subire dei cambiamenti a causa del declino cognitivo….Continue reading La demenza ad esordio precoce

Demenza frontotemporale: La storia di Gabriella

Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di Daniele che l’anno scorso ha perso la madre Gabriella dopo un decorso molto doloroso di demenza frontotemporale con SLA (sclerosi laterale amiotrofica). Non aggiungo altro perché non ce n’è bisogno, la testimonianza di Daniele dice tutto quello che c’è da dire quando le esperienze sono tanto dolorose. Il mio…Continue reading Demenza frontotemporale: La storia di Gabriella

Un aiuto concreto dopo la diagnosi: Aperte le iscrizioni al percorso online “In cammino”

3, 2, 1… ci siamo! Da oggi sono aperte le iscrizioni a “In Cammino”, il nostro nuovo percorso online che accompagnerà 10 coppie di coniugi o partner nella delicata fase che segue la comunicazione della diagnosi. Si tratta di un’iniziativa in cui riponiamo grandi speranze perché finalmente trasforma la nostra mission in realtà. Vale a…Continue reading Un aiuto concreto dopo la diagnosi: Aperte le iscrizioni al percorso online “In cammino”

L’appello di Stella: Non lasciateci soli

L’intervista di oggi è stata dolorosa da scrivere e immagino lo sarà anche da leggere. Non tanto perché parla di un’esperienza particolarmente drammatica di demenza frontotemporale, quanto invece per tutto quello che ci sta attorno: ovvero la sensazione di vivere in un mondo in cui la carenza di risposte tempestive e concrete è pervasiva e…Continue reading L’appello di Stella: Non lasciateci soli