Il tuo 5×1000 per coltivare la speranza oltre la diagnosi di demenza

Care lettrici e cari lettori novilunici,

dal 2014 la nostra associazione è impegnata a proporre un’immagine della demenza che cerca di andare oltre gli stereotipi e le barriere del pregiudizio.

“C’è ancora tanta vita da vivere oltre la diagnosi di demenza”: questo motto è da sempre la stella che guida le nostre scelte quando progettiamo le nostre attività o scriviamo i nostri articoli in questo blog. E’ soprattutto un incoraggiamento a non arrendersi, ad andare avanti coltivando la speranza di una vita di senso attraverso la malattia.

Fin dagli esordi della nostra attività, abbiamo rivolto il nostro sguardo a quei Paesi all’estero in cui le persone con demenza sono più libere di raccontare della loro malattia, senza sentirsi giudicate o accusate di rappresentare una realtà troppo anomala per essere accettata dalle norme sociali.

Dalle loro testimonianze abbiamo scoperto che il sentirsi dire “hai una demenza” non è e non deve essere vissuta come una sentenza di morte che ti costringe a rinunciare a te stesso, che ti rinchiude in un buco senza speranza e che spazza via tutto il tuo amore per la vita.

E’ chiaro che i danni causati da questa malattia sono un’enorme minaccia a tutto ciò che era “vita” prima della diagnosi. E questo vale sia per chi si ammala e sia per chi assiste o convive con un malato. Ma ciò non significa che una diagnosi ufficiale può portarsi via tutto di noi, inclusa la nostra dignità e il nostro diritto di vivere una vita a tutto tondo, fino all’ultimo dei nostri giorni.

Al di là delle cure, quello che fa tutta la differenza del mondo quando si sta così male è qualcuno che ci ricordi che siamo ancora delle persone a tutti gli effetti e che la nostra vita non finisce con la frase, “hai una demenza”.

Quel qualcuno può essere chiunque, basta che ci sia quando ne hai bisogno.

Ecco, questo è il messaggio che stiamo cercando di coltivare attraverso i nostri gruppi e i fiumi di parole che popolano il nostro blog… il quale, tra parentesi, nonostante i suoi messaggi a tratti “destabilizzanti”, è letto da oltre 5.000 persone al mese.

Se volete darci una mano a continuare la nostra missione – anche perché finora tutto ciò che abbiamo fatto è stato finanziato esclusivamente dal nostro volontariato – potete farlo con il vostro 5×1000. E’ un modo pratico e indolore di farci sentire utili e in qualche modo rilevanti.

Ecco come fare: nell’apposita casella della vostra dichiarazione redditi scrivete il Codice Fiscale della nostra associazione:

92261950288

… aggiungete una firma ed è fatto.

Vi ringraziamo di cuore per tutto ciò che potrete fare.

Eloisa e Cristian, e tutto il Team Novilunio

Be First to Comment

Cosa ne pensi di questo articolo? Lasciaci un commento